Anno 2015
disco Episodio 1 in questo mondo

EPISODIO 1 ... IN QUESTO MONDO (2015)

1. In questo mondo
2. Il mio amore
3. Fiorentini
4. Il mio pensiero
5. Respirare
6. Il bello che c'è
7. Il cantante e il calciatore (Featuring Rino Gattuso)

Paolo Vallesi su ITunesPaolo Vallesi su Google Play

IN QUESTO MONDO

(Vallesi - Stefanini)

In questa aria grigia di
mattina
In questa luce che prepara
al giorno
Tutto si accende e torna
come prima
Senti si muove tutto quanto
intorno

Che se lo ascolti questo
scorrere lo lasci andare a
fondo
È un giorno nuovo,
Buongiorno a te, a questo
mondo

E i primi passi chiusi da un
vestito
che poco a poco non ti sta
più addosso
Ti senti forte grande,
d’improvviso
Ti scopri nudo e stanco e...
ora non posso
Perché può capitare a tutti di
sentirsi un dado tondo
E ritrovarsi ad un tratto
soli... in questo mondo

È dentro a un libro che ho
imparato a dire
Davanti a un muro che ho
imparato a amare
E ho fatto un segno sopra la
mia pelle
per quando un giorno lo
vorrai guardare

Lo sai si nasce e si cresce
soli in questo grande
girotondo
In equilibrio appoggiati a un
filo... su questo mondo

E poi così lo scontro si fa
duro
ed il pensiero si fa più
profondo
Resto nascosto è il posto più
sicuro
o esco fuori e agli altri mi
confondo

Non si può scegliere se star
davanti a tutti o sullo sfondo
voglio scoprire che cosa
c’è... in questo mondo

E molte volte è finita bene
e qualche volta è andato
tutto male, ma
piantando un seme poi le
sue radici
mi han dato sempre cose da
mangiare

Perché si nasce e si cresce
soli in questo grande
girotondo
In equilibrio appoggiati a un
filo... su questo mondo
sono rimasto ad occhi aperti
e ora so...
e non ho più paura, non ho
più paura
sono rimasto ad occhi aperti
e ora so...
e non ho più paura, non ho
più paura

Perché si nasce e si cresce
soli in questo grande
girotondo
In equilibrio appoggiati a un
filo... su questo mondo

IL MIO AMORE

(Vallesi - Rialti)

L’amore mio rende
il cielo più vasto
non impone limiti
al mio sguardo
rende struggenti
ed invade ogni istante e poi
fa durare per sempre
dota di senso ogni raggio
di sole
che si concentra l’universo
nel mio amore
mi fa vivere attraverso
la gente perché...

Il mio amore
non si rivolge al solo
ma si rivolge ai tanti
non si cura del tempo
e guarda sempre avanti
tutti gli uccelli del cielo
vengono a cantarlo
tutti i rami degli alberi
ad accarezzarlo
dota di senso a ogni vita
che muore
perché rivive in eterno
nel mio amore
e ogni persona è libera,
è fragile e innocente

Il mio amore non è mai
apparenza il mio amore
non si tocca
Il mio amore non ha confini
o risentimento
guarda le cose senza
pregiudizio
il mio amore non si rivolge
al solo ma sa leggere
oltre i patti
il mio amore non è possesso,
sorvola i pregiudizi
e tutti i fiori dei prati vengono
a cullarlo
tutte le stelle del buio
ad incoronarlo
libero da ogni limitazione
che si rispecchia
il mondo intero
nel mio amore, libero, fragile
e innocente

II mio amore non è mai
apparenza il mio amore
non si tocca
il mio amore non ha confini,
o risentimento, perché dona
le cose non chiede niente
indietro.
Il mio amore non cerca altro
amore il mio amore
non si spezza il mio amore
non conosce fine,
e non conosce inizio
perché guarda le cose come
le guarda un bimbo

Il mio amore sopporta
ogni cosa
l’amore è benigno
e resiste a tutto e gode
del bene e del male
l’amore ti sa guardare
dritto negli occhi
e ti sa capire e non importa
dire e non importa parlare
l’amore si getta dall’alto
e ti viene a salvare
ti ripesca dal fango
e ti fa respirare
ti rende ricco e potente
io che sono povero
e solo il mio cuore possiedo...

io... il mio... l’amore mio...
io... l’amore mio.

FIORENTINI

(Vallesi - Stefanini - Sighieri - Ciappelli - Colavecchio)

Senti
Questa aria intorno a te
La nostra storia
Grande e piccola
Fatti di misteri e sogni
irraggiungibili
E di estate primavere
e inverni gelidi

Nessuno
Ci potrà mai dire che
Che era uguale alle altre
Che non valeva niente
Anche se la vita cambia non
ci cambia mai
Perché in fondo quel che
conta siamo solo noi

lalala... lalala...

Con molti fiorentini siamo
ancora amici
e ogni volta che ci vediamo
scherziamo esattamente
come allora
come se quella magia
rivivesse ogni volta
a volte basta incontrarsi
e siamo già felici
e ogni volta che ci vediamo
ritorna esattamente tutto
come allora
come se quella magia
rivivesse ogni volta, ogni
volta ancora
Senti - quest’aria intorno
a te
è invisibile
nata libera
sotto un cielo di cristallo che
ci illumina
così semplice
da non sembrare niente

Con molti fiorentini siamo
ancora amici
e ogni volta che ci vediamo
scherziamo esattamente
come allora
come se quella magia
rivivesse ogni volta
e rivedersi al mare,
e siamo sulle bici
chi arriva primo aspetta,
adesso andiamo
esattamente come allora
come se quella magia
rivivesse ogni volta,
ogni volta ancora
ogni volta ancora

Sotto un cielo di cristallo che
ci illumina
così semplice
da non sembrare niente

IL MIO PENSIERO

(Vallesi - Bosio - Canazza - Abate)

Ci sono cose che ricordi
come un nitido pensiero
ed altre cose che poi scordi
per davvero
qui... qui... qui... qui...

Ci sono cose che ricordi
come un nitido pensiero
ed altre cose che poi scordi
per davvero
milioni di bugie nel caos
sentimentale
sentirle dentro fa davvero
male
e ridare tutto e ridare tanto
chiedere indietro mai
senza aver paura...

E il mio pensiero va lontano
dove si perde il suono
raggiunge nuove periferie
perdono..perdono
e il mio pensiero non esiste
quando mi sento triste
non c’è nessuno... nessuno ...
nessuno... nessuno...
qui... qui... qui... qui...

Ci sono cose che ricordi
come per la prima volta
ed altre cose che...
non importa
percorsi brevi in cui
tutto era normale
e ringraziavi Dio per averti
dato il sale

E il mio pensiero va lontano
dove si perde il suono
raggiunge nuove periferie
perdono... perdono...
e il mio pensiero non esiste
quando mi sento triste
non c’è nessuno... nessuno...
nessuno... nessuno...
qui... qui... qui... qui...

nessuno... qui... qui...
non c’è nessuno... nessuno...
nessuno... nessuno...
qui... qui...

E il mio pensiero va lontano
dove si perde il suono
raggiunge nuove periferie
perdono... perdono...
e il mio pensiero non esiste
quando mi sento triste
non c’è nessuno...nessuno...
nessuno...nessuno... qui...

qui... qui... qui... qui.

RESPIRARE

(Ruggeri - Vallesi)

Ho passato notti intere ad
ascoltarti
ora non ti credo più
questa volta non so bene
dove andare
ma non tornerò da te

Ho cambiato molte vite
per averti
ora non ti voglio più
per non superare i limiti del
male

Ho bisogno di salvarmi ho
bisogno di andar via
e cercare nel profondo
l’equilibrio che non c’è

Riprovare a respirare
e camminare ancora
senza noi
e riprendere quel volo
quel sogno consumato
per metà
Ho lasciato i miei ricordi in
una strada
dove un giorno passerò
ma non chiederò a nessuno
dove andare

Ho bisogno di salvarmi
ovunque ma non qui
e capire chi sarò
e svegliarmi la mattina con
la voglia di partire
e cercare nel profondo
l’equilibrio che non c’è

Riprovare a respirare
e camminare ancora
senza noi
e riprendere quel volo
quel sogno consumato
per metà

E respirare ancora
senza te
e riprendere quel volo
quel sogno
che non è cambiato

Respirare senza te...

IL BELLO CHE C'È

(Vallesi - Stefanini - Colavecchio)

Così ho imparato a dipingere
nel buio
e a cancellare i contorni che
mi impedivano di uscire
per riconquistarti... a colpi
di luce
tra colori e sorrisi e piccole
cose
che ho ripescato dal fango...

E partire lontano sfiorandoti
piano perché
io so leggere nei tuoi
pensieri il bello che c’è

Così ho costruito una barca
magra e nuda
ci ho messo sopra i miei
giorni la loro voglia di
viaggiare
per riconquistarti... ho
continuato a navigare
tra sirene e pirati, paradisi
perduti
che ho riscoperto per te
e partire lontano sfiorandoti
piano perché
io so leggere nei tuoi
pensieri il bello che c’è
e partire lontano sfiorandoti
piano perché
so scoprire dentro i tuoi
segreti il bello che c’è

Così ho imparato ad
infrangere i confini
e ho modellato due ali
mentre le stavi per sognare
per riconquistarti...
proverò a farle volare

Io so leggere nei tuoi
pensieri il bello che c’è
e partire lontano sfiorandoti
piano perché
so scoprire dentro i tuoi
segreti
il bello che c’è
ohh ohh ohh ohh
Mentre il vento ti alza in volo
e accarezza le tue gambe
e di te il bello che c’è...
ohh ohh ohh ohh

IL CANTANTE E IL CALCIATORE

(Pazzagli)

Io ti vedo lo sai, lassù su
quel palco
tu guardi cantando i tuoi
fans dall’alto
mentre ascoltano tutti
quello che hai da dire
e per te sono pronti a morire

Mentre io sono qui, in piedi
sul campo
e i tifosi dall’alto non mi
danno scampo
in silenzio mi affanno fino il
fiato a finire
e se sbaglio son pronto a
morire

Ma che dici sei pazzo, sono
io che ti invidio
quel che hai detto lo sai,
è un vero suicidio
la fortuna che hai di
inseguire un pallone
e sentire lassù...
gridare il tuo nome!

Vorrei essere te quando
calci un rigore e sentire il
boato di tante persone
l’emozione vorrei di alzare
la coppa
ed uscire da eroe da quella
‘fossa’

Il palco è in silenzio, le luci
son spente
stasera ho suonato... per
poca gente
Se non scrivo qualcosa che
rimanga nel tempo
le mie note saranno
spazzate dal vento... vento

Che dici sei pazzo, sono io
che ti invidio
quel che hai detto lo sai, è un
vero suicidio
tu che cantando puoi dire
quello che senti
aiutare a sognare anche tutti
i perdenti

Tutti e due abbiamo un
sogno nel cuore
uno fare il cantante, l’altro il
calciatore
ma la vita ci ha scelto per
dare emozione
ed è questa per sempre, ed
è questa per sempre
la nostra missione

 

 

 

 

 

 

link a Facebook
link a Twitter
link a Instagram
link a You Tube